Donne molto stressate Il 40% con meno probabilità di concepire


Un nuovo studio rafforza ulteriormente l’effetto negativo che lo stress può avere sulla fertilità. Lo studio, condotto dall’Università di Louisville e dall’Università di Emory, ha osservato 400 donne di età pari o inferiore a 40 anni per vedere come i loro livelli di stress hanno influenzato la loro probabilità di successo del concepimento.

Ai partecipanti è stato chiesto di registrare i loro livelli di stress giornalieri insieme alle informazioni sulle loro abitudini di mestruazione, rapporti sessuali, contraccezione, alcol, caffeina e fumo.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Annals of Epidemiology, ha monitorato sia i fattori mentali e fisici sia i campioni di urina analizzati raccolti durante l’otto periodo di test del ciclo mestruale.

concepire

I risultati hanno rivelato che le donne che hanno riferito di sentirsi più stressate durante la finestra ovulatoria avevano circa il 40% in meno di probabilità di concepire durante quel mese rispetto ad altri mesi meno stressanti. Inoltre, quelle donne che generalmente si sentivano più stressate rispetto al gruppo campione, il 45% avevano meno probabilità di concepire nel complesso.

Questo impatto negativo dello stress sulla fertilità ha continuato ad essere un fattore significativo anche dopo aggiustamenti per altre potenziali influenze come l’età, l’indice di massa corporea, l’uso di alcol e la frequenza dei rapporti.

Sulla base di questi risultati, i ricercatori affermano che il loro studio rafforza l’idea che lo stress percepito possa avere un impatto negativo sulla fertilità. Ciò evidenzia la necessità per le donne che cercano di rimanere incinte a trovare modi per gestire i loro livelli di stress.

Alcune donne approfittano dei programmi di gestione dello stress, mentre altri trovano che attività come lo yoga, il pilates, la meditazione e l’esercizio generale possono davvero aiutare.

Le donne che cercano di concepire la ricerca di una guida su questo argomento possono anche trarre beneficio dal parlare con un professionista della salute.

Il capo dello studio, Dr Kira Taylor, epidemiologo della Scuola di salute pubblica e scienze dell’informazione dell’Università di Louisville, ha dichiarato: “Spero che i risultati di questo studio servano a svegliare sia i medici che l’opinione pubblica che la salute e il benessere psicologico sono altrettanto importante come altri fattori di rischio più comunemente accettati come fumare, bere alcolici o obesità quando si cerca di concepire. “

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *